Produzione di tubetti in alluminio: perché scegliere degli specialisti

Negli ultimi anni il tubetto di alluminio sta tornando in auge nel mondo del packaging grazie alle sue peculiarità che lo rendono una scelta sostenibile ed efficace sotto molti punti di vista. L’alluminio è un’ottima scelta nella produzione di tubetti deformabili, per la sua leggerezza e la capacità di formare una barriera efficace contro gli agenti esterni, come l’aria e la luce, e perché permette una diretta erogazione del prodotto, senza dover inserire all’interno elementi che potrebbero essere un veicolo per ingresso per i batteri (come accade con le spatoline e le dita della mano nel caso dei vasetti di crema). Scopriamo come viene prodotto il tubetto in alluminio e perché è essenziale affidarsi ad un partner di fiducia specializzato.  

La produzione di tubetti in alluminio è un processo complesso che richiede precisione e competenza tecnica, soprattutto quando questi tubetti sono destinati all’uso di settori con alti standard di qualità e un regolatorio stringente come quello farmaceutico. Per scegliere il giusto fornitore, è necessario comprendere più da vicino il processo produttivo del tubetto in alluminio

Produzione di tubetti in alluminio: il processo industriale

La produzione di tubetti in alluminio per il settore farmaceutico è un processo che richiede non solo attrezzature di alta qualità ma anche una profonda conoscenza dei requisiti del settore, motivo per cui è fondamentale affidarsi ad aziende specializzate.

La produzione di un tubetto in alluminio inizia da una pastiglia con le stesse dimensioni di una grande moneta. Ma come avviene dunque la trasformazione in tubetto? Essendo un processo piuttosto complesso, ecco spiegate un modo semplice le varie fasi della produzione di un tubetto in alluminio: 

  • Estrusione dell’alluminio: il processo inizia con un pre-trattamento delle pastiglie di alluminio detto “burattatura”, una lubrificazione che le prepara per le successive fasi di lavorazione. Si passa poi alla pressa per la fase di estrusione vera e propria, dove il tubetto acquisisce la sua forma caratteristica a partire da una semplice pastiglia di alluminio o rondella (intera o forata a seconda se si vuole ottenere un tubetto a foro cieco o aperto). La pastiglia viene accolta dalla matrice, un elemento in lega di metallo duro che ha la sagoma del tubetto finale.
  • Taglio del tubetto: Il tubetto passa quindi al torniello, dove viene finito, ritagliato e lucidato,ed è quindi definito da un punto di vista dimensionale; 
  • Cottura del tubetto: Durante l’estrusione, l’alluminio perde le sue caratteristiche di malleabilità; deve essere quindi ripristinata la morbidezza e la malleabilità dell’alluminio attraverso un passaggio di cottura in forno industriale a temperature che possono raggiungere i 420C;
  • Rivestimento interno: l’interno del tubetto viene rivestito con una resina epossifenolica, che viene polimerizzata fino a formare un sottile film protettivo.
  • Controllo qualità in linea: una prima fase di controllo qualità verifica la perfetta integrità e aderenza del rivestimento interno al tubetto, oltre che il suo spessore.
  • Litografia: il tubetto viene smaltato e passato nuovamente nel forno per fissare lo smalto sulla superficie metallica; si passa quindi alla successiva fase di stampa offset; al termine della stampa, un nuovo passaggio in forno per la fase di essiccamento che fissa i colori e la stampa allo smalto. Un nuovo controllo qualità verifica la fedeltà del risultato all’artwork originale.
  • Chiusura: nella parte finale del processo produttivo, si applica alla punta del tubetto l’eventuale bocchello (come nel caso del bocchello oftalmico) e la capsula di chiusura; 
  • Masticiatura: viene applicata una banda di materiale morbido (mastice) che ha proprietà di guarnizione; sarà utile alla fase successiva, ovvero la chiusura meccanica della “coda” che viene effettuata negli stabilimenti dell’azienda cliente.
  • Inscatolamento: i tubetti vengono quindi inscatolati automaticamente. Al termine del processo, si passa al controllo qualità di fine linea, che esegue controlli controlli visivi interni al 100% su ogni scatola. Tutti i controlli sono eseguiti da personale altamente specializzato e improntato sui rigidi requisiti del mondo farmaceutico. 

Ogni passaggio deve essere eseguito garantendo la sicurezza e l’efficacia del prodotto finito. L’intero processo produttivo è supervisionato dal nostro Sistema Qualità, che esegue successive verifiche anche a fine produzione.

Alluminio: il materiale ideale per il packaging ideale

L’alluminio è leggero, flessibile, completamente riciclabile e offre un’eccellente barriera contro luce, ossigeno, umidità e contaminanti esterni. Non si rompe se cade, resiste agli urti proteggendo il suo contenuto durante il trasporto.. Queste proprietà lo rendono ideale per proteggere la qualità e l’integrità dei prodotti.

L’alluminio è infinitamente riciclabile senza perdere le sue qualità. Questo permette alle aziende di ridurre la propria impronta di carbonio (garantendo il rispetto dei nuovi obiettivi Europei) e risponde alla crescente domanda dei consumatori per imballaggi sostenibili.

Le caratteristiche dell’alluminio lo rendono una protezione assoluta da luce, aria e umidità, essenziale per conservare l’efficacia di farmaci e prodotti cosmetici. 

La capacità di creare una barriera impenetrabile contro batteri e agenti contaminanti rende l’alluminio una scelta sicura per prodotti che richiedono standard di sicurezza elevati. 

Inoltre, grazie alla sua versatilità può essere facilmente modellato in diverse forme e dimensioni, adattandosi perfettamente alle esigenze specifiche di diversi prodotti.

La flessibilità e maneggevolezza del tubetto deformabile in alluminio consentono di avere un controllo preciso della quantità erogata, caratteristica fondamentale nell’applicazione di creme e unguenti medicinali.

Queste caratteristiche lo rendono un’opzione sempre più popolare tra aziende, soprattutto nel settore farmaceutico e cosmetico, alla ricerca di soluzioni di packaging innovative ed efficienti.

L’importanza di un partner specializzato (e di fiducia)

Dietro un tubetto in alluminio c’è un complesso procedimento produttivo che richiede alta specializzazione, macchinari adeguati e un continuo controllo delle operazioni affinché il prodotto finale possa garantire il rispetto dei più alti alti standard di qualità. Questo è possibile solo se la loro produzione ha seguito rigorosi standard e procedure di controllo severe che solo aziende specializzate nel packaging farmaceutico riescono a garantire. Inoltre, nel settore farmaceutico, i materiali di imballaggio devono soddisfare specifici requisiti normativi per garantire la sicurezza del paziente. Grazie a una lunga esperienza nel packaging farmaceutico, Tubettificio Perfektüp ha l’esperienza e le risorse per assicurare la conformità dei propri prodotti sia al regolatorio europeo sia a quelli di Paesi extra UE, inclusi gli Stati Uniti. 

Investiamo costantemente in tecnologia avanzata e nella ricerca per migliorare i processi di produzione e offrire ai nostri clienti soluzioni di imballaggio innovative che possano migliorare sempre di più la conservazione, la distribuzione e l’uso di prodotti farmaceutici e cosmetici. 

Affidarsi a Tubettificio Perfektüp significa poter contare su efficienza e un’esperienza di oltre 90 anni nel packaging farmaceutico: l’appartenenza a un grande gruppo ci consente di garantire continuità produttiva anche su alti volumi. 

Contattateci per saperne di più: saremo lieti di ascoltare i vostri progetti e inviarvi un campione di tubetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto